domenica 27 maggio 2018

BRAVO MATTARELLA!

Carlo Biancheri

Questo blog è antifascista e si oppone ai prepotenti, agli arroganti, agli incapaci che pretendono di fare governi del cambiamento che provocherebbero la catastrofe del Paese. Rappresentano la metà dei votanti, non degli italiani, e questo non dà loro il diritto di comportarsi in modo eversivo contro il quadro costituzionale.
Siamo grati al Presidente della Repubblica che ha difeso la Costituzione che gli attribuisce compiti precisi, segnatamente ha tutelato l’appartenenza del paese nella Unione Europea e il risparmio degli italiani.
Una banda di avventurieri ha portato il paese in rotta di collisione col resto dell’Europa, alleandosi con la fascista Le Pen, con i sostenitori della Brexit di Farage, con il partito neonazista tedesco e con i paesi dell’Est Europa che vogliono goderne dei vantaggi senza costi ed obblighi.
Parlano a nome del popolo quasi avessero una investitura mentre viviamo, grazie al cielo, in una democrazia rappresentativa.
Sono stati sostenuti dalla cultura dei picchiatori e da giornali giustizialisti e favoriti da una sinistra stupida, incapace di accettare il principio di realtà.
Per il bene di tutti, bisognerà impegnarsi nella campagna elettorale per smascherare fascisti ed impostori che vogliono imporsi con la forza.
Questo faremo.

11 commenti:

  1. Alessandro Morgante28 maggio 2018 07:19

    Domattina lunedì 28 maggio alle 12 sotto alla Prefettura di Genova in Largo Lanfranco presidio in difesa delle Istituzioni e della Costituzione, a fianco del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.


    RispondiElimina
  2. I veri traditori sono quelli della Lega e dei 5stelle che in campagna elettorale hanno preso i voti stando uno contro l’altro e poi hanno cercato di fare un governo insieme, prescindendo dai voti che avevano preso su una linea completamente diversa.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo Biancheri28 maggio 2018 07:23

      Ma certo! E questo la dice lunga sulla loro moralità anche se partecipano, quelli della Lega, alle marce della vita che poi distruggono con la menzogna,la prepotenza, l’arroganza e la mancanza di umanità. Un equilibrio animalesco direbbe Aristotele.

      Elimina
  3. Daniele Calabria28 maggio 2018 07:28

    Ora Cottarelli prenderà la fiducia di FI e dei DEM e così avremo un governo totalmente contrario alla volontà popolare espressa con il voto del 4 marzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo Biancheri28 maggio 2018 07:29

      Egregio signore,
      la volontà popolare si esercita nei limiti previsti dalle leggi, così la Costituzione italiana, votata da comunisti, socialisti, cattolici e liberali. Impari, non è un caos populista come spacciano gli eversori Salvini, Di Maio e Meloni.

      Elimina
  4. Quello di Mattarella è stato un discorso coraggioso, lucido e in difesa della nostra Costituzione e del bene dell’Italia. Ha fatto bene a difendere il paese dall’avventurismo di capipopolo capaci solo di giocare su paure e scontentezze e da lobbies poco chiare. Ha avuto coraggio nel mettere in atto le sue indiscutibili prerogative costituzionali.

    Franco Grandi

    RispondiElimina
  5. Carlo Biancheri28 maggio 2018 07:31

    Sì, concordiamo.

    RispondiElimina
  6. Massimo Olivieri28 maggio 2018 15:15

    Chiediamoci perché Salvini non ha accettato la nomina di Giorgetti a ministro al posto di Savona. Infatti poteva poi fare le stesse cose, se quella era la linea del governo. Lui ha voluto rompere per correre a nuove elezioni, sperando di raccogliere più voti. Non voleva l'accordo. Che gli italiani ora capiscano da chi Mattarella ci ha salvati.Ha fatto quello che non è stato capace di fare Vittorio Emanuele III, cedendo a Mussolini nel 1922. I difetti dell'Europa non devono gettarci fra le braccia di chi è l'erede di Mussolini. Riflettiamo e pensiamo alla storia (magistra vitae) quando andremo di nuovo a votare.



    Massimo Olivieri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo Biancheri28 maggio 2018 15:16

      Concordiamo con lei.

      Elimina
  7. Gabriele Vincenzi28 maggio 2018 15:17

    Mi pare che la funzione del governo di Cottarelli sia assimilabile a quella del commissario prefettizio nei Comuni, per cui mi chiedo: ma perché un governo così, cioè di servizio, deve sottoporsi alla fiducia delle Camere?


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo Biancheri28 maggio 2018 15:20

      Tutti parlano in questo tempo senza darsi la briga di aprire la Costituzione che inventano come fanno sempre i 5S o l’ammucchiata dell’estrema destra fascista loro alleata. Ogni nuovo governo deve chiedere la fiducia alle Camere, a norma di Costituzione.
      Ma adesso si preferisce parlare del governo del popolo, della sovranità popolare… ’che si esercita nei limiti stabiliti dalle leggi’… recita la Costituzione o no?
      Gli sciagurati eversori, che hanno trascinato le trattative per formare un governo per oltre ottantacinque giorni per il loro tornaconto di fazione, hanno fatto salire lo spread sui titoli pubblici italiani di oltre cento punti e gli ignoranti divulgano che ciò avviene per un complotto, come se si potessero spostare decine di miliardi di Euro per un capriccio (!), perché di questo si tratta con lo spread… Ebbene questo vuol dire una perdita secca per tutti noi di oltre dieci miliardi di Euro. Ma lasciamoli fare il governo, dicono con sicurezza al mercato, dal tabaccaio…
      Quale governo? Chi può allontanare lo spettro dell’aumento dell’IVA a gennaio 2019? Chi può far approvare il bilancio? Chi lo sa fare, per incominciare…?

      Cottarelli non è quel che pensa lei,è un grande esperto che deve mettere toppe alle falle prima che creino disastri ulteriori.

      Ma questo è un discorso logico e la logica nel paese dei balocchi fà difetto…



      Elimina